Domande e Risposte

Che differenza c’è tra i vari modelli di aspiratori per camini?

L'aspiratore modello base ha una capacità di aspirazione di 2500 m³/h,  3 anni di garanzia e resiste fino a 300 Gradi.

Il modello professionale resiste fino a 700 gradi (quindi anche in caso di incendio di canna fumaria) ed è consigliato se si ha una canna fumaria inferiore a 3 metri. Ha inoltre 6 anni di garanzia e aspira 3800 m³/h.

Il modello acciaio è costruito interamente in acciaio Inox Aisi 304, materiale capace di assicurare maggiore resistenza alla corrosione e alla salsedine e perciò nel tempo. Ha una potenza d’aspirazione pari a 3800m³h ed una resistenza fino a 700°, garantito 8 anni. 

Il top della gamma offerta da Gemi è il modello professionale in rame, resistente fino a 700°, dotato di una garanzia di 10 anni e capace di aspirare 3800 m³/h. La ventola in acciaio inox resiste alla corrosione e alla salsedine. E' interamente verniciato esternamente (anche alla base) ed è quindi adatto per chi è alla ricerca di un prodotto di maggiore estetica.

L’aspiratore per camini aspira anche il calore?

Il nostro aspiratore elettrico per camino ha un regolatore a 6 velocità, basta metterlo a velocità di 1-2 per favorire l'aspirazione del fumo in maniera naturale, ma non del calore.
In sostanza, alle prime due velocità, non andiamo ad alterare in nessun modo il funzionamento normale di un camino, che normalmente disperde una piccolissima parte di calore nel fumo che sale nella canna fumaria. L’aspiratore per canna fumaria va ad aspirare il fumo che altrimenti andrebbe in casa e quindi, di certo, non produrrebbe nessuna fonte di calore per gli ambienti interni.
E' chiaro che se l’aspiratore per camini venisse messo alla sesta velocità (di solito usato per il ricambio di aria in ambienti o per favorire l'accensione del fuoco o aspirare la cenere) con i suoi 2500m³/h(base) - 3800m³/h(pro), sarà così potente che potrà aspirare anche il calore, perchè farà aumentare la velocità di combustione della legna e di conseguenza ridurrà in parte il calore.
Quanto detto lo si può riscontrare nei milioni di clienti soddisfatti in tutto il mondo dal 1983 ad oggi, anno in cui è stato creato il primo aspiratore per camini della Gemi.

Che dimensioni ha l’aspiratore per camini?

La base dell’aspirafumo elettrico per camino è standard 43x43 cm, l’altezza è di 43cm, senza le staffe. Considerando le staffe è di 60 cm. Per misure più specifiche sul nostro sito web trovate lo schema che indica le misure per ogni parte dell’aspiratore elettrico.

L’aspiratore elettrico per camino serve per abbattere il fumo?

No, l’ aspirafumo per canna fumaria non è un abbattitore di temperatura.
La funzione dell'aspiratore dei fumi è quella di regolare il tiraggio della canna fumaria, al fine di risolvere il problema del fumo al camino,forno, stufa, barbecue e andare a riprodurre il naturale tiraggio della canna fumaria.

Il montaggio del tiracamino chi lo fa?

Il montaggio del tirafumo per camini è fai da te. Sul nostro sito web è possibile vedere il video montaggio del tiracamino che mostra tutti i passaggi dell’installazione corretta su qualsiasi forma di canna fumaria.
Se si dovessero riscontrare problemi con l’installazione dell’aspiratore, può richiedere l’aiuto di un tecnico elettricista o rivolgersi ai nostri tecnici specializzati, a sua disposizione telefonicamente, via mail o in chat.

L’aspiratore per camini risolve il problema anche in caso di vento forte ?

Certamente, il nostro aspiratore per camini è indicato proprio in caso di forte vento poiché riesce a risolvere la problematica del fumo.

Ho una canna fumaria superiore a 43 cm, posso installare lo stesso l’aspiratore per camini?

Certo. L’aspirafumo elettrico per camini con base quadrata è dotato di staffe regolabili, in forma quadrata o rettangolare, con misure che vanno da un minimo di 20x20 cm ad un massimo di 43x43 cm.
Nel caso l’uscita della canna fumaria sia superiore a 43x43 cm basterà semplicemente non usare le staffe e posizionare direttamente la base dell’aspiratore per camini sull’uscita. Ai 4 angoli dell’ aspirafumo, infatti, sono già previsti dei fori per poter inserire dei tasselli di tipo fisher.

Come posso scegliere il giusto aspiratore in base al diametro della mia canna fumaria tonda ?

Forniamo adattatori per canna fumarie tonde, da 10 cm ad un massimo 43 cm. Per ordinare l’adattatore basta semplicemente selezionare l’aspiratore con base tonda e scegliere nel menù a tendina la dimensione della misura dell’adattatore che si desidera acquistare.
Bisogna prendere in considerazione il diametro esterno perchè il nostro adattatore per canne fumarie va a calzare esternamente rispetto alla sua uscita. Se la canna fumaria ha un diametro esterno di 25 cm deve selezionare l’adattatore per camini da 25 cm;
Sarà nostra premura fornirgli un’ adattatore leggermente più largo così da farlo aderire perfettamente.

Ho una canna fumaria quadrata con all’interno un tubo, quale modello acquistare?

Se si possiede una canna fumaria quadrata con il tubo della stessa altezza della muratura, bisogna prima chiudere il vuoto tra tubo e muratura e in seguito installare l’aspiratore per camini direttamente sulla muratura. Stessa cosa, se il tubo è alto di pochi cm, bisogna portare il tubo alla pari della muratura.
In questa situazione si deve acquistare il modello di aspirafumo per camini con base quadrata, regolabile anche per canna fumaria rettangolare.

Posso installare l’aspiratore all’interno di un comignolo?

E’ possibile, ma bisogna considerare le dimensione dell’aspiratore per camini. L’installazione dell'aspirafumo può essere fatta in 2 modieliminando il cappello del comignolo per poi installare l’aspiratore per canne fumarie, oppure inserendo all’interno del comignolo il tirafumo per camini, ordinando in questo caso l’aspiratore senza cappello.

Dove va installato il regolatore dell’aspiratore?

Il regolatore dell’aspiratore per camini va collegato alla corrente a 220 V e si può installare in qualsiasi zona, l’importante è che non venga messo vicino a fonti di calore. Infatti, all’interno del regolatore dell’aspiratore è presente un trasformatore che lavora ad alte temperature.

È possibile far passare il cavo all’interno della canna fumaria?

Sì è possibile. Per fare il collegamento elettrico esistono due modi: con il cavo 3 x 1,5 (da far passare all’esterno della canna fumaria fino al regolatore di velocità) in modo da prolungare il primo metro attaccato all’aspiratore per camino.
Oppure è possibile effettuare un collegamento interno alla canna fumaria con il nostro cavo, resistente alle alte temperature, da acquistare separatamente selezionando nel menù a tendina la quantità desiderata in base a quanti metri occorrono.

Quanto tempo posso lasciare acceso l’ aspirafumo per camini?

Non c’è un limite di tempo. L’aspiratore per camini può lavorare anche tutta la giornata, senza alcun problema.

A che distanza dalla fiamma va messo l’aspiratore?

L ‘aspiratore professionale per camini può essere installato a qualsiasi altezza, anche su canne fumarie di 1 mt. Mentre, il modello base dell’aspiratore per camini è consigliato per canne fumarie con altezza superiore a 3 mt.

Se va via la corrente, e l’aspiratore per camini si spegne, va a tappare l’uscita del fumo?

No, l’aspiratore per canne fumarie se spento non va a tappare l’uscita del fumo. Per questo motivo è possibile accendere l’aspiratore per camini anche solo in alcune situazioni, per esempio quando si alza lo sportello della stufa oppure in caso di forte vento.

Se piove, l’acqua si infiltra all’interno del tirafumo per camini?

No, sulla base dell’aspiratore fumo per camini è stato studiato un rialzo per impedire l’infiltrazione d’acqua in caso di pioggia.

Ho acquistato da poco l’aspiratore fumi del camino, quando l’accendo alla 1 velocità non funziona, perchè?

Non preoccuparti il tuo aspiratore funziona regolarmente. L’aspiratore per camini è progettato in questo modo per garantire il normale rodaggio dei cuscinetti interni. Inizialmente, appena montato, per accendere l’aspiratore per camini, devi posizionare il regolatore alle alte velocità, dopo qualche minuto può regolarlo portandolo alle basse velocità.

Recinto elettrico: a cosa serve?

Il recinto elettrico Gemi - 100% Made in Italy - serve per allontanare animali selvatici come cinghiali, cervi, volpi ecc.
Il fine dei recinti elettrici è quello di proteggere il territorio da invasioni sgradevoli. Serve anche per contenere animali come mucche, pecore, maiali ecc.
Non ha niente a che vedere con la caccia. Abbiamo a disposizione tutti i certificati di legge per produrre e vendere recinti elettrici. Questa è l'unica soluzione legale per chi vuole proteggere le proprie piantagioni.

La recinzione elettrica è pericolosa per le persone ?

La recinzione elettrica per animali non è pericolosa nè per le persone nè per gli animali. Come per ogni cosa, anche per i recinti elettrici c'è una norma che stabilisce i valori da rispettare.
L'elettrificatore per recinzioni è un prodotto che emana impulsi intermittenza con un basso amperaggio. (norma per i recinti - Blog)

Cosa occorre per un recinto elettrico per cinghiali e altri animali?

Per creare un recinto elettrico per animali occorre: un elettrificatore Gemi - 100% Made in Italy - per recinzioni che porta la corrente sul recinto, un filo conduttore elettrificato per recinto e degli isolatori per recinzioni elettrificate avvitati sui paletti per reggere il filo.

Il 6mm² è il filo elettrico per recinzioni adatto per cinghiali, o devo prendere la fettuccia?

Il filo elettrico per recinzioni da 6mm² di spessore è adattato per cinghiali e animali di grossa taglia.
Il filo per recinzione ha una resistenza a trazione fino a 100kg, 8 fili conduttori e dispersione di 0,15 ohm/mt. Invece la fettuccia per recinto elettrica è indicata per recinti elettrici per cavalli.

Devo fare un recinto per questi animali… quale filo elettrico per recinto consigliate?

Il filo conduttore per recinto 2,2 mm² di spessore, è indicato per animali di piccole dimensioni e per piccoli recinti elettrici.
Il filo conduttore per recinti da 4 mm² di spessore, è indicato per animali di media-grossa taglia.
Il filo elettrico per recinto degli animali da 6mm², avendo una dispersione di corrente di 0,15ohm/mt, permette di recintare parecchi km, ed è indicato per animali di grossa taglia.

Cosa c’è in dotazione insieme all’elettrificatore per recinti?

Con il modello a corrente forniamo: cavo per la messa a terra e cavo con pinzetta che va collegata sul recinto. Con il modello a doppia alimentazione, forniamo un alimentatore 220, dei cavi per collegamenti alla batteria d’auto (positivo e nagativo), un cavo per la messa a terra e un cavo con pinzetta da collegare sul recinto.

Perchè inserire 3 paletti per la messa a terra del recinto elettrico?

La messa a terra è una cosa fondamentale per la funzionalità della recinzione elettrica per animali, quindi si consiglia di farla in maniera corretta. Per avere la scarica totale di corrente da parte dell’elettrificatore, bisogna fare la messa a terra inserendo 3 paletti zincati da 1 mt nel terreno.
Devono essere posizionati a 3 mt di distanza, 80 cm nel terreno(umido) e 20 cm fuori, per poi collegarli con il cavo giallo.
Insieme al recinto elettrico, forniamo solo 1 mt di cavo che va collegato al primo paletto. Si consiglia di farla dove c’è la presenza di vegetazione, quindi un terreno umido. Un terreno arido non è conducibile. Secondo delle prove fatte, mettendo 3 paletti in qualsiasi tipo di terreno, non si avrà nessun problema con la funzionalità.
Se mettete un solo paletto, la potenza di corrente avvertita sarà inferiore alla sua portata e gli animali riusciranno ad oltrepassare la recinzione.

Che durata ha una batteria per l’elettrificatore portatile, e quale devo utilizzare?

Per un elettrificatore B12 è sufficiente utilizzare una batteria d’auto da 12V 40Ah. L’autonomia, se nel recinto elettrico non c’è dispersione, è di circa 10/12 giorni. Altrimenti dura meno.

Devo mettere 3 fili all’interno della recinzione elettrica. A che distanza devo metterli?

I fili all’interno della recinzione elettrica vanno inseriti in base alle dimensioni dell’animale. Per animali di piccole dimensioni, il primo filo all’interno della recinzione va inserito a 20 cm di distanza dal terreno, poi basta lasciare sempre 20 cm/30cm.
Per animali come i cinghiali, il filo conduttore per le recinzioni elettriche va lasciato a 30 cm dal terreno e così via.
Per animali di grossa taglia come cavalli, mucche il filo conduttore va lasciato a 60/80 cm dal terreno.

La corrente è un pò distante dal recinto elettrico per animali come fare? Come unire 2 recinzioni elettriche?

Se la corrente è distante dalla recinzione elettrica, per il tuo elettrificatore Gemi - 100% Made in Italy - , abbiamo a disposizione il cavo ad alta tensione di attraversamento che può lavorare in superficie o sotto terra, senza scaricare.

Con questo cavo è possibile portare corrente sulla recinzione, senza alcuna dispersione.
Il cavo per recinti elettrici può essere utilizzato anche per unire 2 recinti, quindi collegare un capo ad un primo recinto e l’altro capo ad un secondo recinto, quando c’è poca distanza tra un recinto e l’altro.

Per quanti metri posso usare il cavo elettrico per recinti ad alta tensione?

Lo spessore di un cavo elettrico per recinti è di 3 mm e può essere utilizzato anche per più di 100mt, ma è indicato solo per 30/40 mt.
Nel caso si debbano collegare 2 recinti elettrici a distanza di molti metri, si consiglia di far passare il filo conduttore via aerea. Altrimenti creare 2 recinzioni elettriche per animali separate.

Come fare le giunzioni al filo conduttore per recinti elettrici?

La giunzione del filo conduttore per recinzioni elettriche per animali può essere fatta con un semplice nodo tra due capi, si consiglia di farle solo dove necessario.

Come si passa il filo dall’isolatore per recinto elettrico?

Senza fare il giro morto all’isolatore per recinto elettrico, altrimenti si crea dispersione. Gli isolatori per recinzioni elettriche Gemi, sono stati progettati con questo scopo.

Come vedere se c’è corrente sul recinto?

Per verificare se c’è corrente sul recinto elettrico per animali, basta avvicinare la punta di un cacciavite con manico isolato a pochi mm di distanza dal filo per recinzione.
Nel momento in cui si se sente un ticchettio significa che c’è corrente sul recinto elettrico.

Cosa indicano le luci che lampeggiano sull’elettrificatore per recinzioni elettriche?

Le luci di segnalazioni che lampeggiano alternandosi sull’elettrificatore per recinzioni elettriche indicano il corretto funzionamento dell’apparecchio.

Un elettrificatore può stare all'aperto?

Un elettrificatore non può stare all’aperto. Bisogna tenerlo al coperto per evitare che si danneggi alle intemperie.

COME INSTALLARE L’ELETTRIFICATORE

Un elettrificatore non può stare all’aperto. Bisogna tenerlo al coperto per evitare che si danneggi alle intemperie. Per avere la scarica totale di corrente da parte dell’elettrificatore, bisogna fare la messa a terra inserendo 3 paletti zincati da 1 mt nel terreno. Devono essere posizionati a 3 mt di distanza, 80 cm nel terreno (umido) e 20 cm fuori, per poi collegarli con il cavo giallo verde. L’apparecchio ha in uscita un cavo positivo rosso che va collegato al recinto ed uno di colore giallo-verde che va collegato al primo paletto di terra. 

Non attaccate mai due elettrificatori allo stesso filo, i due impulsi potrebbero annullarsi creando solo problemi. Potete collegare due elettrificatori allo stesso recinto, ma tenendoli su due linee di filo conduttore separate.